INDICATORI DI ORIENTAMENTO SESSUALE

PROGETTO GAY

 

TEST DI AUTOVALUTAZIONE DELL’ORIENTAMENTO SESSUALE

http://progettogaysito.altervista.org/newint/

Il “Test di autovalutazione dell’orientamento sessuale” di Progetto Gay, costruito sulla base delle esperienze maturale nell’ambito del Progetto, consente a chiunque, in condizioni di assoluto anonimato, di avere una guida nella valutazione del proprio orientamento sessuale. Il test è elaborato in modo del tutto automatico, non esiste quindi alcuna interazione con operatori. Si tratta di una “autovalutazione” guidata. Le risposte date dal sistema sono finalizzate a fornire alla persona che fa il test dei criteri di carattere generale per analizzare correttamente i dati emersi dal test.

Il test è con risposte a scelta (unica via che consenta il trattamento automatico dei dati). Completato il test in tutte le sue parti, l’interessato potrà leggere la sua risposta personalizzata, elaborata sulla base dei dati da lui inseriti. 

Riporto qui di seguito una “scheda tipo” di risposta dopo la compilazione del test.

ANALISI DEL TEST

 

Scheda n. 116

1) Domanda: La mia età

    Risposta: 14

2) Domanda: Il mio stato civile

    Risposta: Sono single

3) Domanda: Figli

    Risposta: Non ho figli

4) Domanda: Pressioni familiari

    Risposta: La mia famiglia non accetterebbe affatto che io non fossi etero

5) Domanda: Attese sociali

    Risposta: Nel contesto sociale in cui vivo, come gay, avrei la vita impossibile

6) Domanda: Perché fai questo test?

    Risposta: Faccio il test perché vorrei trovare conferma a quello che in pratica già so sul mio orientamento sessuale

7) Domanda: Ansia e orientamento sessuale

    Risposta: All’inizio ho vissuto con ansia le questioni legate al mio orientamento sessuale ma ora non più

8) Domanda: Hai fatto in precedenza altri test riguardanti l’orientamento sessuale?

    Risposta: Ho fatto altri test riguardanti l’orientamento sessuale e non mi hanno soddisfatto nel senso che non mi hanno dato nessuna risposta definitiva

9) Domanda: Hai letto libri o articoli specifici di sessuologia o di psicologia sessuale?

    Risposta: Non ho mai letto libri o articoli specifici di sessuologia o di psicologia sessuale

10) Domanda: Ti sei mai rivolto ad uno psicologo per motivi connessi alla sessualità?

    Risposta: Non mi sono mai rivolto ad uno psicologo per motivi connessi alla sessualità

11) Domanda: Ti sei mai rivolto ad uno psicologo per motivi diversi dalla sessualità?

    Risposta: Non mi sono mai rivolto ad uno psicologo per motivi diversi dalla sessualità

12) Domanda: Come percepisci il tuo orientamento sessuale

    Risposta: All’inizio ho avuto anche una fase etero ma ora mi sento nettamente gay

13) Domanda: Dichiarato / Non dichiarato

    Risposta: Sono gay ma mi comporto da etero con tutti

14) Domanda: Come gli altri ti inquadrano rispetto al tuo orientamento sessuale

    Risposta: Sono convinti che io sia gay e me lo dicono chiaro

15) Domanda: Orientamento affettivo percepito

    Risposta: All’inizio mi sono innamorato di ragazze ma ora tendo ad innamorarmi solo di ragazzi

16) Domanda: Sessualità effettiva di coppia

    Risposta: Non ho mai avuto rapporti sessuali né etero né gay

17) Domanda: Il mio ideale di sessualità di coppia

    Risposta: L’ideale, per me, sarebbe una coppia fissa pubblicamente dichiarata con un modello di tipo matrimoniale

18) Domanda: Il mio progetto possibile di sessualità di coppia

    Risposta: Penso che per me sia possibile realizzare una coppia fissa pubblicamente dichiarata con un modello di tipo matrimoniale

19) Domanda: Orientamento sessuale della masturbazione

    Risposta: All’inizio mi masturbavo con fantasie etero ma ora lo faccio solo con fantasie gay

20) Domanda: Variabilità delle fantasie masturbatorie

    Risposta: Le mie fantasie masturbatorie cambiano poco nel tempo

21) Domanda: Uso della pornografia

    Risposta: Sono parzialmente dipendente dalla pornografia gay, ci sto sopra tutto il tempo che posso

22) Domanda: Perché faccio uso della pornografia

    Risposta: Le occasioni concrete di coinvolgimento sessuale nella vita di tutti i giorni sono poche e la pornografia aiuta a vivere una sessualità almeno virtuale

23) Domanda: Quante volte in percentuale ti masturbi facendo uso della pornografia?

    Risposta: 70

24) Domanda: Sei mai andato su un sito porno a pagamento?

    Risposta: Non sono mai andato su un sito porno a pagamento

25) Domanda: Quanti siti porno visiti abitualmente?

    Risposta: Abitualmente visito da 2 a 5 siti porno

26) Domanda: Polarizzazione dell’interesse sessuale

    Risposta: Le mie fantasie sessuali si concentrano su una sola persona che ha per me un significato affettivo forte

27) Domanda: Frequenza della masturbazione e stato emotivo

    Risposta: La frequenza della mia masturbazione è praticamente costante

28) Domanda: Ritengo la masturbazione

    Risposta: Ritengo la masturbazione un fatto assolutamente naturale

29) Domanda: Masturbazione e affettività

    Risposta: Penso che masturbazione e affettività siano due cose che possono anche avere qualcosa in comune ma in genere la masturbazione è solo uno sfogo fisiologico

30) Domanda: Ritengo la sessualità vissuta in coppia

    Risposta: Ritengo che la sessualità vissuta in coppia sia l’espressione di una forma d’amore

31) Domanda: Curiosità per il nudo

    Risposta: Non ho mai spiato la nudità di nessuno, né ragazzo né ragazza

32) Domanda: Causare situazioni sessualmente imbarazzanti

    Risposta: Non ho mai fatto in modo che né ragazzi né ragazze si trovassero in situazioni sessualmente imbarazzanti

33) Domanda: Reazioni di fronte a situazioni di nudità collettiva non sessuale (spogliatoi)

    Risposta: Non mi sono mai trovato in situazioni di nudità collettiva non sessuale

34) Domanda: Scherzi pesanti di gruppo a sfondo sessuale fatti ad altri ragazzi (esempio denudamento forzato)

    Risposta: Non mi sono mai trovato ad assistere a scherzi pesanti di gruppo a sfondo sessuale fatti ad altri ragazzi (esempio denudamento forzato)

35) Domanda: Con i tuoi amici parli della tua sessualità?

    Risposta: Con i miei amici parlo tranquillamente della mia sessualità

36) Domanda: Frequenti chat erotiche?

    Risposta: Non frequento mai chat erotiche

37) Domanda: Frequenti siti di incontri?

    Risposta: Non frequento mai siti di incontri

38) Domanda: Sei mai stato in un locale dichiaratamente gay?

    Risposta: Non sono mai stato in un locale dichiaratamente gay

39) Domanda: Innamoramento etero e masturbazione

    Risposta: Non mi sono mai innamorato di una ragazza

40) Domanda: Innamoramento gay e masturbazione

    Risposta: Non mi sono mai innamorato di un ragazzo

41) Domanda: Innamoramento, chat erotiche e siti di incontri

    Risposta: Non frequento chat erotiche e siti di incontri

42) Domanda: Innamoramento e pornografia

    Risposta: Quando mi innamoro cerco di non andare nei siti porno per masturbarmi ma qualche volta succede

43) Domanda: I primi ricordi che hai di episodi che avessero una qualche coloritura sessuale sono per te

    Risposta: I primi ricordi che ho di episodi che avessero una qualche coloritura sessuale sono persi nel passato, lontani e in pratica ininfluenti

44) Domanda: I primi episodi della tua vita che avessero una qualche coloritura sessuale riguardavano

    Risposta: I primi episodi della mia vita che avessero una qualche coloritura sessuale riguardavano ragazzi quasi coetanei

45) Domanda: I primi episodi della tua vita che avessero una qualche coloritura sessuale erano di tipo

    Risposta: I primi episodi della mia vita che avessero una qualche coloritura sessuale erano di tipo eterosessuale

46) Domanda: A che età hai scoperto la masturbazione?

    Risposta: 13

47) Domanda: Come hai scoperto la masturbazione?

    Risposta: Ho scoperto la masturbazione da solo

48) Domanda: Come hai reagito alla scoperta della masturbazione?

    Risposta: Alla scoperta della masturbazione l’ho trovata subito gradevole ma la vivevo con sensi di colpa

49) Domanda: Le fantasie delle tue prime masturbazioni erano

    Risposta: Le fantasie delle mie prime masturbazioni erano etero

50) Domanda: A chi erano dedicate le tue prime masturbazioni?

    Risposta: Le mie prime masturbazioni erano dedicate sempre o quasi a immagini di ragazze prese della pornografia e talvolta a ragazze prese della vita reale

51) Domanda: Dopo la scoperta della masturbazione ne hai parlato con qualcuno?

    Risposta: Dopo la scoperta della masturbazione non ne ho parlato con nessuno

52) Domanda: A che età hai avuto il tuo primo contatto con la pornografia?

    Risposta: 13

53) Domanda: Come sei arrivato alla pornografia?

    Risposta: Sono arrivato alla pornografia per curiosità spontanea

54) Domanda: Come hai reagito alla scoperta della pornografia?

    Risposta: Alla scoperta della pornografia ho reagito con sensi di colpa

55) Domanda: Hai mai detto a nessuno che facevi uso di pornografia?

    Risposta: Non ho mai detto a nessuno che facevo uso di pornografia

56) Domanda: A che età hai avuto i primi contatti sessuali con un’altra persona?

    Risposta: 0

57) Domanda: Chi era la persona con la quale hai avuto i primi contatti sessuali?

    Risposta: Non ho mai avuto contatti sessuali

58) Domanda: Come sei arrivato ad avere i primi contatti sessuali con un’altra persona?

    Risposta: Non ho mai avuto contatti sessuali

59) Domanda: I tuoi primi contatti sessuali sono stati del tutto episodici o si sono ripetuti?

    Risposta: Non ho mai avuto contatti sessuali

60) Domanda: Soddisfazione dei tuoi primi contatti sessuali

    Risposta: Non ho mai avuto contatti sessuali

61) Domanda: Evoluzione della sessualità masturbatoria

    Risposta: Le mie fantasie masturbatorie tendono a divenire progressivamente sempre più gay

62) Domanda: Come hai conosciuto il tuo/la tua attuale partner o il tuo ultimo/la tua ultima partner?

    Risposta: Non ho mai avuto partner di coppia

63) Domanda: Con quanti ragazzi hai avuto contatti sessuali nel corso della tua vita?

    Risposta: 0

64) Domanda: Con quante ragazze hai avuto contatti sessuali nel corso della tua vita?

    Risposta: 0

65) Domanda: In media quanto tempo sono durati i tuoi rapporti di coppia etero, indica una media in mesi

    Risposta: 0

66) Domanda: In media quanto tempo sono durati i tuoi rapporti di coppia gay, indica una media in mesi

    Risposta: 0

67) Domanda: Nei periodi in cui non hai avuto un/una partner come ti sei comportato?

    Risposta: Nei periodi in cui non ho avuto un/una partner non ho cercato altri ragazzi né ragazze

 

ANALISI DEI DATI FONDAMENTALI

La prima analisi del questionario sopra riportato tende a valutare l’orientamento sessuale emergete dal complesso del test. Alcune risposte sono neutre, ossia non consentono alcuna deduzione che riguardi l’orientamento sessuale, altre sono invece più o meno significative. Il programma rileva innanzitutto la significatività delle risposte date in termini di individuazione dell’orientamento sessuale e le distingue sulla base dell’ambito di riferimento. Nella scheda inviata sono state individuate n. 13 risposte significative in termini di orientamento sessuale, di cui n. 8 relative alla sessualità e n. 3 relative all’affettività.

Il sistema determina qundi la “cifra gay individuale” ossia una misura della significatività complessiva in senso gay delle risposte fornite. Tale “cifra gay individuale” può essere confrontata con la “cifra gay massima” ossia con la massima misura di tendenza gay riscontrabile dalle domande alle quali l’utente ha dato una risposta significativa (non neutra). La “cifra gay massima” è variabile e dipende dalla maggiore o minore presenza di risposte neutre. Ciò che è realmente significativo è la percentuale della “cifra gay massima” totalizzata dall’utente, chiamiamo “indice gay generale”detta percentuale, se è pari al 100%, l’utente, quando ha fornito risposte significative (non neutre), lo ha fatto sempre come avrebbe fatto un gay al 100%, se la percentuale è pari a 0%, l’utente, quando ha fornito risposte significative (non neutre), lo ha fatto sempre come avrebbe fatto un etero al 100%  

1) indice gay generale (IGG) =  60.00

 

La seguente tabella aiuta nella classificazione dell’orientamento in relazione all’IGG. Come in ogni schematizzazione di fenomeni complessi, non va mai dimenticato che le definizioni hanno un valore molto relativo, quantunque orientativamente utile.

 

IGG <15

15<=IGG<35 35<=IGG<=65

65<IGG<=85

85<IGG

strettamente

etero

bisex a prevalenza etero

bisex

in senso stretto

bisex a prevalenza gay

strettamente

gay

La situazione in esame si può quindi definire  bisex in senso stretto.  

Un elemento significativo è rappresentato dallo scarto quadratico medio dei singoli indicatori rispetto all’IGG.

L’IGG è un indice medio costruito a partire da parecchi indicatori. Se i valori dei singoli indicatori sono vicini all’IGG cioè sono poco dispersi, i vari aspetti analizzati conducono più o meno alle stesse conclusioni e lo scarto quadratico medio è basso, se i singoli indicatori sono molto dispersi rispetto al valor medio dell’IGG essi porterebbero, presi singolarmente, a conclusioni diverse e anche contrastanti. Per capirci meglio se l’IGG fosse calcolato solo su 4 risposte e si avesse IGG=50 e scarto quadratico medio = 0, tutte e 4 le singole risposte darebbero risultato 50, ma il valore dell’IGG pari a 50 si può ottenere anche da due 0 e due 100, in questo caso lo scarto quadratico medio sarebbe uguale a 50. Una cosa è risultare bisessuale con componente gay 50% quando questo risultato si rileva in tutte le risposte e una cosa molto diversa è risultare bisessuale con componente gay 50% quando metà delle risposte sono da perfetto gay e l’altra metà da perfetto etero.   Lo scarto quadratico medio è un tipico indice di dispersione e sotto il profilo psicologico è un indice di disagio. Nel nostro caso lo scarto quadratico medio generale risulta :

 2) scarto quadratico medio (SQMG) = 42.06

La seguente tabella aiuta nella valutazione della coerenza delle risposte impiegate nel calcolo dell’IGG. Va tenuto presente che in una distribuzione con valori da 0 a 100, lo SQM massimo è pari a 50. 

SQM<10

10<=SQM<20 20<=SQM<=30

30<SQM<=40

40<SQM

strettamente

coerenti

coerenti

scarsamente coerenti

discordanti

fortemente discordanti

Nel caso in esame si può concludere che gli indicatori di orientamento sessuale espressi nel test risultano fortemente discordanti.

Una rappresentazione complessiva delle risposte al test indicative dell’orientamento sessuale si può vedere nel seguente istogramma. ciascuna colonna è contrassegnata da un numero che indica la domanda alla quale si riferisce la singola valutazione. Un orientamento etero al 100% è caratterizzato da bande tutte nulle (percentuale gay = 0). Un orientamento gay al 100% è caratterizzato da bande quasi tutte estese fino al 100%, non esattamente tutte, perché certe domande lasciano comunque un margine di incertezza. Nella colonna numerica di sinistra si può leggere la percentuale orientamento gay emergente da ogni risposta. I numeri in rosso indicano che le corrispondenti risposte sono pertinenti alla sessualità, i numeri in azzurro indicano che le risposte sono pertinenti all’affettività.

La banda 12, color arancio indica Come percepisci il tuo orientamento sessuale

La banda 15, coloreazzurroindica l’Orientamento affettivo percepito

La banda 16, color verde, se presente, indica la Sessualità effettiva di coppia

La banda 19, color rosso, indica l’Orientamento sessuale della masturbazione

La linea verticale rossa indica l’IGG.

 

Di significato intuitivo più immediato è il diagramma di seguito riportato, che rappresenta graficamente la distribuzione media dei singoli indici dedotti da ciascuna domanda significativa in una scala gay graduata da 0 (punto “E” totalmente etero) a 100 (punto “G” totalmente gay). L’ascissa del vertice della curva rappresenta l’IGG, la curva è tanto più acuminata quanto minore è il valore dello SQM. Va osservato che valori alti di SQM danno curve molto appiattite e quindi poco significative in termini di individuazione dell’orientamento sessuale. Le curve molto acuminate ossia con SQM piccolo sono invece molto significative in termini di individuazione dell’orientamento sessuale.

Per rendere sempre possibile la rappresentazione grafica, quando lo SQM risulta < 1, è automaticamente riportato ad 1.

Quello sopra riportato è il grafico “grafico di orientamento sessuale generale”. Qui di sotto è presentato il “grafico di orientamento sessuale – componente affettiva” analogo al precedente ma costruito in riferimento ai soli indici correlati alla vita affettiva. Anche in questo caso sono stati impiegati due indici (valor medio e scarto quadratico medio) che chiameremo rispettivamente Indice Gay Affettivo (IGA) e Scarto Quadratico Medio Affettivo (SQMA). I valori di questi indici mostrano come in media è orientata l’affettività e quanto siano univoci gli valori che portano a quella media. Nel caso in analisi si ha:

3) indice gay affettivo (IGA) =  43.33

4) scarto quadratico medio affettivo (SQMA) = 33.00

E ancora qui sotto è presentato il “grafico di orientamento sessuale – componente sessuale” analogo ai predenti ma costruito in riferimento ai soli indici correlati alla vita sessuale. Anche in questo caso sono stati impiegati due indici (valor medio e scarto quadratico medio) che chiameremo Indice Gay Sessuale (IGS) e Scarto Quadratico Medio Sessuale (SQMS). I valori di questi indici mostrano come in media è orientata la sessualità e quanto siano univoci i valori che portano a quella media. Nel caso in analisi si ha:

5) indice gay sessuale (IGS) =  58.75

6) scarto quadratico medio sessuale (SQMS) =  45.94

Poiché per necessità grafiche le curve di distribuzione sono state normalizzate sull’intervallo di base [0;1] quindi tutte le aree comprese sotto le curve equivalgono all’unità e la scala in ordinata è in percentuale del massimo, anche se il massimo è indicato in ciascun grafico in alto a sinistra, data la differenza di scala in ordinata tra i tre grafici, non è facile effettuare visivamente un confronto. Il grafico seguente riposta i tre grafici precedenti nella medesima scala, ossia in percentuale del massimo tra i massimi delle tre funzioni, e consente quindi di effettuare un confronto immediato. La curva in nero rappresenta la distribuzione dell’orientamento sessuale complessivo, quella in azzurro è relativa all’affettività e quella color arancio alla sessualità.

Per l’interpretazione di questo grafico è bene tenere presente che poiché l’indice gay generale è fortemente legato alla sessualità, tra la la curva dell’orientamento generale e la curva relativa alla sessualità non c’è in genere mota differenza, accade invece talvolta che la curva affettiva differisca sensibilmente da quella generale in questo si può ravvisare una tendenziale separazione tra affettività e sessualità. Per permettere una valutazione quantitativa standardizzata è bene introdurre la variabile DS-A = IGS – IGA.

7)   DS-A =  15.42

Se l’indice è positivo la sessualità fisica è orientata più fortemente in direzione gay rispetto all’affettività. In genere una discordanza significativa tra affettività e sessualità e quindi un  DS-A di valore assoluto superiore a 15 è sintomo di disagio.  

Per procedere ad una valutazione complesiva si puà fare ricorso alla tabella riassuntiva qui di seguito riportata e ai quadri di valutazione già visti che si riportano di seguito per comodità.

INDICE

MEDIA(IG) DISPERSIONE (SQM)

GENERALE

IGG = 60.00

SQMG = 42.06

AFFETTIVO

IGA = 43.33

SQMA = 33.00

SESSUALE

IGS = 58.75

SQMS = 45.94

 

IG <15

15<=IG<35 35<=IG<=65

65<IG<=85

85<IG

strettamente

etero

bisex a prevalenza etero

bisex

in senso stretto

bisex a prevalenza gay

strettamente

gay

 

SQM<10

10<=SQM<20 20<=SQM<=30

30<SQM<=40

40<SQM

strettamente

coerenti

coerenti

scarsamente coerenti

discordanti

fortemente discordanti

 

DS-A < -15

-15 <=DS-A < -5 -5 <=DS-A <= 5

5<DS-A <= 15

15 <DS-A

discordanti

abbastanza

coerenti

strettamente coerenti

abbastanza

coerenti

discordanti

Nel caso in esame, applicando i criteri sopra riportati risulta quanto segue:

Valutazione complessiva bisex in senso stretto. Gli indicatori generali risultano fortemente discordanti.

Sessualità  bisex in senso stretto. Gli indicatori sessuali risultano fortemente discordanti.

Affettività bisex in senso stretto. Gli indicatori affettivi risultano discordanti.

Valutazione di affettività e sessualità discordanti.

A questo punto la prima parte dell’analisi del test è conclusa. La seconda parte, che ancora non è stata implementata ed è attualmente in preparazione, prende l’avvio dai dati emersi nella prima parte e procede all’esame delle situazioni di disagio in relazione all’orientamento sessuale già valutato e alle codizioni individuali di vita sociale.

_______________

INDICATORI DI ORIENTAMENTO SESSUALEultima modifica: 2010-03-12T20:45:00+01:00da gayproject
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento