NON VOGLIO ESSERE GAY

Ieri sera ho avuto da Giorgio (20 anni, milanese D.O.C.) l’autorizzazione a pubblicare questa sua mail. Ci conosciamo da un mese, lunedì 28 aprile 2008 mi ha inviato la mail che riporto qui di seguito. Sabato 3 maggio ci siamo sentiti in chat, una chat molto accesa ma molto autentica. Grazie Giorgio!

Ciao Project,

ti ho cercato lunedì sera. Lunedì sera mi andava di parlarti ma tu non c’eri! Hai tentato tante volte di coinvolgermi, in 15 gironi mi hai scritto cinque volte e ce l’hai messa tutta per mettermi di buon umore. Sei un bravo ragazzo pure tu, in fondo, ma c’è una cosa in te che non mi piace: sei gay, se fosse solo una questione tua mi sarebbe del tutto indifferente, ma no, per te essere gay è una cosa buona, è questo che non accetto. Su questo forum ci sono venuto, forse sono stato stupido a farlo, ma sono stato ancora più stupido quando ti ho dato il mio contatto. Ma che mi potevo aspettare da te? È stata una stupidaggine enorme. Uno che gestisce un sito come il tuo con l’essere gay ci si identifica proprio. Con te ho parlato due volte, ma ci siamo stati in due volte più di sei ore, quelle maledette sei ore! Ma perché non capisci che uno può benissimo non volere essere gay? Va bene, puoi anche esserlo, ma non lo vuoi essere, ecco questo tu non lo capisci. Per te i gay sono santi, quando parli dei ragazzi del forum sei quasi ridicolo, a quelli di te non gliene frega niente! Vengono sul tuo forum come vanno su tutti gli altri, e ci vengono per una ragione sola, ma tu ancora non l’hai capito. Non ce l’ho con te ma con quello che rappresenti, almeno con quello che rappresenti per me, tu mi vuoi fare vedere la faccia pulita dell’essere gay, ma perché? Che te ne frega? Non ho capito! Tu non mi devi mica salvare! E salvare come? Facendomi sentire gay e pure contento di esserlo? Ma se voglio essere gay o no sono affari miei, ma perché dovrei ragionare come te? Se sarò felice o no sono affari miei, tu non c’entri affatto, e invece stai sempre lì a dire che gay è bello, ma ti rendi conto delle cavolate che dici? Io te lo ripeto non ce l’ho con te, quando abbiamo parlato sono stato bene, tu ce l’hai messa tutta, va bene, lo so, questo te lo riconosco, però tu non vuoi capire che mi fai rabbia, con te ci litigherei per ore perché ci sono cose che non vuoi capire. Io non vedo nessuna ragione per essere gay, se mi succede non voglio che mi succeda! Sarò pure padrone di fare di me quello che voglio! Prima di quelle maledette sei ore di chiacchiere io stavo bene, c’avevo dei punti fermi, poi ti ci sei messo in mezzo tu (e mi fa rabbia che sono io che sono venuto a cercarti) e adesso è tutto un casino, m’hai messo in testa una confusione pazzesca. Poi lunedì ti cerco e non ci stai! Ma cavolo! Sei stronzo fino a questo punto! Ma dove stavi? Vabbe’ sei un rompicoioni di prima categoria, mi fai dire una marea di cazzate! Però non puoi combinare casini e sparire, hai capito? Adesso cerca di farti perdonare.  G.

Se volete, potete partecipare alla discussione di questo post aperta sul Forum di Progetto Gay: http://progettogayforum.altervista.org/viewtopic.php?f=17&t=55&start=0

NON VOGLIO ESSERE GAYultima modifica: 2008-05-06T20:18:00+00:00da gayproject
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “NON VOGLIO ESSERE GAY

  1. Lascia che ti dica una cosa…
    Sei gay? Va bene, non ti accetti e non vuoi esserlo…
    Ma caro mio, puoi anche negare l’evidenza… finchè non affogherai in una tempesta ormonale ogni volta che vedrai un bel ragazzo.
    E continuerai a dannarti ogni volta che ti affezzionerai a qualcuno di genere maschile con un qualcosa che vada al di la’ dell’amicizia…
    Una cosa importante della vita e che non riguarda solo i ragazzi gay è proprio di non mentire a se stessi. E’ il danno più grande che tu possa fare…
    Poi sono cavoli tuoi.

  2. Non vuoi essere gay…? Questo è l’errore di molti gay che pensano di poter essere o di non poter essere; il gay è “gay” perchè non vuole scegliere…non sceglie…non sceglie.
    Prova ad essere un individuo…e ama…e non xkè tu sia gay.
    Ehi progetto, possiamo fare qualcosa per eliminare
    la parola gay? credimi è improbabile nella traduzione e nel suo significato…

  3. negare a se stessi il proprio orientamento è stata la cosa che ho fatto per tanto tempo ma che più ha fatto danno, portandomi a un punto di non ritorno lo scorso anno. puoi scegliere di non amare, di non vivere “carnalmente” il tuo orientamento sessuale. è una scelta, quella sì. Ma tua solo tua. Mentre quel fremito e quella passione che si accende quando ti innamori o vedi un ragazzo di cui poi puoi innamorarti, credimi viene naturale. Scegli se vuoi di non amare,c aro Giorgio. Ma non negare chi sei,non nasconderlo a te stesso, ti provocherai solo delle grandi ferite e lacerazioni interiori che ti presenteranno il conto. io ho 25 anni fino allo scorso anno, lo negavo anche io. fidati. ora non ho fatto ne coming out, ne parate dell’orgoglio gaio, ne cerco il fidanzato, ne sesso sfrenato, ma non me lo nascondo più. e sto molto ma molto meglio e vivo contento: perchè so chi sono. e mi voglio bene.
    un abbraccio bello.

  4. Purtroppo dipende tutto da te. Io credo che noi tutti abbiamo passato un periodo ad odiare ciò che siamo, a rinnegare se stessi fino alla fine. Il non accettarmi mi aveva portato ad essere 166 Chili. Quando ho deciso di non nascondermi piu verso chi voglio veramente bene (ovvero gli amici e i genitori), sono “guarito” dal mio male d’animo. Non sono fiero di essere gay, non lo vado sbandieranno, delle volte penso a come sarebbero le cose se non lo fossi. Ma alla fine ho capito una cosa…..non è una malattia, non è un male. I problemi seri sono altri : la gente che muore, le persone che desidererebbero vivere e non possono, gli emarginati. Io mi considero un fortunato perchè sono sano fisicamente e ho voglia di vivere. L’essere gay non deve essere un turbamento, la vita va vissuta perchè ce ne viene concessa una sola. Ti auguro buona fortuna e credimi, non rinunciare a niente della tua vita perchè non vale la pena soffrire per cose del genere. Immagina le persone su una sedia a rotelle che vorrebbero correre in un campo e non possono farlo. TU NON HAI LIMITI….non porteli..non creare barriere o ostacoli alla tua vita. La vita è già dura di per sè.

Lascia un commento